COME SPIEGARE UNA STRAGE AI PROPRI FIGLI?

 

Care Mamme, cari genitori

voglio condividere con voi le indicazioni di Alberto Pellai, medico e spicoterapeuta dell’età evolutiva, su come spiegare l’orrore della recente strage di Parigi.
Avvenimenti come questi lasciano totalmente sgomenti e impotenti ma ognuno nel suo piccolo può fare la differenza affinché il proprio cuore rimanga aperto all’Amore, alla Pace, alla solidarietà, all’accoglienza.
Il modo in cui reagiamo, cosa diciamo e con quali parole, come ci comportiamo è il modello primario per i nostri figli. Per questo invito ognuno di voi genitore, insegnate, esempio per i più giovani ad offrire questo tipo di approccio e spiegazione nei loro confronti.
Farsi inglobare completamente in un’onda di paura, sofferenza, vendetta serve soprattutto al gioco del fanatismo.
Consapevolmente osserviamo l’esistenza e nel bene delle generazioni future ricordiamoci sempre di coltivare l’Amore e la Luce in noi, per essere un esempio quotidiano verso i nostri figli, ragazzi, giovani.

Riporto parte del teso di Alberto Pellai, tratto dal suo sito www.tuttotroppopresto.it

No, figlio mio non so spiegarti perché a Parigi la follia fanatica di pochi uomini ha spento la vita di centinaia di persone che stavano ascoltando un concerto oppure che erano a cena al ristorante con gli amici. Hai ragione quando dici che le immagini della Tivu e le parole della radio ti mettono tanta paura. E no, io non posso assicurarti che a noi non succederà mai, che la nostra vita resterà indenne da tutto questo.Però, io e te possiamo fare subito qualcosa per rendere il mondo un posto bello in cui vivere. Possiamo abbracciarci, così i nostri cuori che battono, l’uno contro l’altro, faranno capire alla nostra mente che non siamo soli…..continua a leggere

 

Applicatelo e diffondetelo laddove vi è possibile, GRAZIE.
UN ABBRACCIO DAL CUORE