COME SPIEGARE UNA STRAGE AI PROPRI FIGLI?

 

Care Mamme, cari genitori

voglio condividere con voi le indicazioni di Alberto Pellai, medico e spicoterapeuta dell’età evolutiva, su come spiegare l’orrore della recente strage di Parigi.
Avvenimenti come questi lasciano totalmente sgomenti e impotenti ma ognuno nel suo piccolo può fare la differenza affinché il proprio cuore rimanga aperto all’Amore, alla Pace, alla solidarietà, all’accoglienza.
Il modo in cui reagiamo, cosa diciamo e con quali parole, come ci comportiamo è il modello primario per i nostri figli. Per questo invito ognuno di voi genitore, insegnate, esempio per i più giovani ad offrire questo tipo di approccio e spiegazione nei loro confronti.
Farsi inglobare completamente in un’onda di paura, sofferenza, vendetta serve soprattutto al gioco del fanatismo.
Consapevolmente osserviamo l’esistenza e nel bene delle generazioni future ricordiamoci sempre di coltivare l’Amore e la Luce in noi, per essere un esempio quotidiano verso i nostri figli, ragazzi, giovani.

Riporto parte del teso di Alberto Pellai, tratto dal suo sito www.tuttotroppopresto.it

No, figlio mio non so spiegarti perché a Parigi la follia fanatica di pochi uomini ha spento la vita di centinaia di persone che stavano ascoltando un concerto oppure che erano a cena al ristorante con gli amici. Hai ragione quando dici che le immagini della Tivu e le parole della radio ti mettono tanta paura. E no, io non posso assicurarti che a noi non succederà mai, che la nostra vita resterà indenne da tutto questo.Però, io e te possiamo fare subito qualcosa per rendere il mondo un posto bello in cui vivere. Possiamo abbracciarci, così i nostri cuori che battono, l’uno contro l’altro, faranno capire alla nostra mente che non siamo soli…..continua a leggere

 

Applicatelo e diffondetelo laddove vi è possibile, GRAZIE.
UN ABBRACCIO DAL CUORE

 

VACCINAZIONI – INFORMIAMOCI!!

Care FeliceMenteMamme e sopratutto future Mamme e genitori

 

il tema e la scelta delle vaccinazioni è un tema molto scottante e dibattuto. Se ne potrebbe disquisire ad oltranza..

Qualunque sia la vostra decisione consiglio vivissimamente a tutti i genitori di scegliere di vaccinare o meno in modo consapevole INFORMANDOSI, sentendo le varie fonti, mettendo in discussione le varie opzioni senza prendere la prassi come normale routine soprattutto!  

Mi vien da dire che per vaccinarsi c’è tempo, non bisogna aver fretta. Il sistema immunitario di un neonato di 2-3 mesi non è in grado di reggere e gestire 5-6 vaccini contemporaneamente! E questa osservazione viene dal puro buon senso, checché ne dica la medicina.  Una volta vaccinato il proprio figlio non puoi tornare indietro seppur ci sono delle terapie per limitare i contro effetti, quindi INFORMATI prima!

A tal proposito segnalo le SERATE INFORMATIVE proposte dalla Rete Info Vaccini in Ticino.
La persona di riferimento per ulteriori informazioni è la sig.ra Andrea Di Ninno +41 79 2623610 – andreadininno@yahoo.it.

Per una scelta consapevole e coerente! INFORMARSI è un diritto oltre che un dovere in questo ambito.

Altri articoli 
http://felicementemamma.com/bambini-e-vaccini/
http://felicementemamma.com/vaccinarsi/

 

 

 

CLAUDIA RAINVILLE IN TICINO

 

Con piacere segnalo  

claudia rainville
 
CONFERENZA
Scegli la GIOIA per la tua VITA!
venerdì 15 marzo 2013  ore 20.00

 Centro Scolastico, Riazzino TI/CH

 

Nella nostra Vita viviamo esperienze che ci permettono di evolvere e crescere, a volte questo ci causa dolore e sofferenza, ma sono davvero necessari? Come possiamo affrontare anche i percorsi più impegnativi senza perdere il contatto con il nostro IO SUPERIORE e rendere la nostra vita un percorso meraviglioso?

Claudia Rainville ci parlerà della sua esperienza e di come tutti noi possiamo lasciare che la GIOIA sia parte integrante della nostra quotidianità

Durante la serata verranno inoltre illustrati i contenuti dei seminari che saranno proposti nei prossimi mesi a Cugnasco presso il Centro ERBALUCE.

11-12 maggio 2013          Sviluppa il tuo Potenziale Creativo

primavera 2013                Liberazione della Memoria Emozionale

Contributo 10.- CHF – è raccomandata la prenotazione

Prenotazioni e informazioni: rossella.metamedicina@gmail.com  –  0041 79 684 36 03 

 

Claudia Rainville è Fondatrice della MetaMedicina e autrice di numerosi libri, fra i quali

 

Metamedicina - Ogni sintomo è un messaggio

 

Metamedicina – Ogni sintomo è un messaggio
La guarigione a portata di mano – Terza edizione
Claudia Rainville

Compralo su il Giardino dei Libri
 

Cambia la Tua Vita - Nati per Essere Felici, Non per Soffrire

 

Cambia la Tua Vita – Nati per Essere Felici, Non per Soffrire
Claudia Rainville

Compralo su il Giardino dei Libri
 

Guarire la Propria Anima con la Metamedicina (Videocorso DVD)

 

Guarire la Propria Anima con la Metamedicina (Videocorso DVD)
La gioia di essere se stessi
Claudia Rainville

Compralo su il Giardino dei Libri
 

Il Grande Dizionario della Metamedicina

 

Il Grande Dizionario della Metamedicina
Guarire interpretando i messaggi del corpo
Claudia Rainville

Compralo su il Giardino dei Libri
 

Come Guidare il Bambino Verso una Vita Felice (con CD Audio)

 

Come Guidare il Bambino Verso una Vita Felice (con CD Audio)
Claudia Rainville

Compralo su il Giardino dei Libri
 

Liberarsi dalle Paure e dai Sensi di Colpa (libretto + CD)

 

Liberarsi dalle Paure e dai Sensi di Colpa (libretto + CD)
Claudia Rainville

Compralo su il Giardino dei Libri
 

Raffi, l'Aquila Bianca - Claudia Rainville

 

Libro per bambini

Raffi, l’Aquila Bianca
Claudia Rainville, Stefania Scalone

Compralo su il Giardino dei Libri

 

 Libri che saranno presentanti all’ 

INCONTRO
sabato 16 marzo 2013 dalle 14.00 

 presso Libreria Locarnese – LOCARNO TI/CH

 

in collaborazione con
logo metamedicina

 

 

AUTISMO E DINTORNI

 

 

AUTISMO E DINTORNI

Conferenza della Dott.ssa Med.Gabriella Lesmo

14 marzo 2013 ore 20.30
  

MELIDE TI/CH
c/o Centro d’Arte Ibrahim Kodra
Via Cantonale 3 

Gruppo Genitori di Riva Paradiso

 autismo e dintorni melide

Autismo, sindrome di Asperger, Disordine generalizzato dello sviluppo, disturbo pervasivodello sviluppo,sono modi diversi per definire l’espressione comportamentale di una profonda sofferenza neurologica che altera lo sviluppo neuroevolutivo . Pur presentandosi con uno spettro di gravità differente , l’autismo costringe chi viene colpito,e la sua famiglia, in una situazione di grave disabilità per tutta la vita. La comprensione degli aspetti biologici di questa patologia è l’indispensabile primo passo di un innovativo percorso di cure mediche indirizzato al miglioramento sostanziale e al recupero .

 

Dott.ssa Med. Gabriella Lesmo

Inserita nel Registro Federale Svizzero delle Professioni Mediche con due titoli di perfezionamento quale Medico Specialista in Pediatria e Medico Specialista in Anestesiologia , esercita in Ticino presso lo studio medico Dr. Nussbaumer di Gravesano.

Laureata in Medicina e Chirurgia , specializzata in Pediatria ed Anestesiologia e Rianimazione presso l’Università degli Studi di Milano , ha lavorato in Patologia Neonatale e quindi in Reparti di Pediatria Ospedalieri milanesi per più di venti anni. Ha insegnato Pediatria sia come professore a contratto per l’Universita’ degli Studi di Milano sia come docente incaricato per il corso di medici di medicina generale, presso l’ Ospedale S. Gerardo di Monza. La Dott.ssa Lesmo utilizza correntemente l’Omeopatia e l’ Omotossicologia Clinica, la Medicina Ortomolecolare, le terapie Chelanti , i trattamenti iperbarici con mild chamber, l’Ossigeno- Ozonoterapia.

Si e’ dedicata alla ricerca di cure realmente efficaci delle sindromi autistiche dopo aver diagnosticato la malattia nel suo secondo figlio. Già inserita nell’elenco U.S.A. dei medici “DAN !” (Defeat Autism Now !) ,è Care provider del Sensory Learning Program ® di Boulder, Colorado ,U.S.A. A Milano ha fondato il Centro Studi Terapie Integrate delle Disabilità neurosensoriali dell’Età Pediatrica ,rivolto a bambini con Autismo, ADHD, difficoltà dell’apprendimento e ritardi del linguaggio , ritardi evolutivi, paralisi cerebrale ,sindrome di Tourette e patologie neurodegenerative . Vicepresidente della Società di medicina Antiaging della Svizzera Italiana,S.M.AI.S.I. e’ speaker in conferenze nazionali e internazionali.

www.lesmomd.com

 

 

BAMBINI E VACCINI

 

Care FeliceMenteMamme,

rieccomi dopo una lunga assenza dal blog. :-(    Mi scuso per questa "latitanza" dovuta per altro alla pausa estiva e ai miei numerosi impegni sia famigliari che di crescita personale.

Ripropongo oggi un tema scottante e di grande importanza: le vaccinazioni.

L’informazione o la dis-informazione al riguardo e molta.

E’ una questione che come genitore mi tocca, però più che una "questione" secondo me dovrebbe essere una scelta! Una scelta consapevole! il che implica farsi un opinione: ascoltando, leggendo, andando oltre , sentendo diverse campane o punti di vista. Un metro di valutazione è la coerenza di chi professa e sostiene la vaccinazione o la non vaccinazione.

Perchè dovrei vaccinare i miei figli? O perchè no? Quali sono i pro e i contro di una o l’altra scelta? Quando è meglio farlo eventualmente? In che modo? Quale tipo di vaccinazione? Quante?! Ci sono medici che forniscono ottime spiegazioni e consigli basate sulla loro esperienza.

Uno di questi è il dott. Aurelio Nosetti, pediatra e omeopata che ho già avuto modo di seguire alcuni anni fa. E’ prevista una serata informativa in Ticino il 7 ottobre 2011 alle 20.00 presso il centro diurno di Rivera dedicata al tema delle vaccinazioni, per una scelta consapevole.

Per informazioni contattare la sig.a Andrea Di Ninno  al n. +41 792623610

Vedi anche trasmissione televisiva al riguardo al link  http://la1.rsi.ch/contesto/index.cfm?scheda=13964

"Chi è il Dr. Aurelio Nosetti ?

Aurelio Nosetti si è laureato in medicina nel 1976 dopo aver studiato alle Università di Friborgo e Zurigo. Successivamente ha perfezionato i suoi studi presso gli Ospedali Pediatrici di Zurigo, Winterthur e Lucerna. In seguito ha lavorato in qualità di medico assistente e poi come capo clinica, alla Clinica Universitaria Pediatrica di Zurigo. Successivamente ha lavorato nel reparto Chirurgia Pediatrica a Lucerna ed è stato attivo in un ospedale di aiuto allo sviluppo in Messico.  Nel 1985 ha aperto un proprio Studio Medico Pediatrico Tradizionale. Dal 1990 ha studiato omeopatia classica in Svizzera ed in Germania. Nel 1996 è passato dalla medicina tradizionale all’omeopatia classica aprendo un proprio Studio Omeopatico per bambini ed adolescenti ad Emmenbrücke; nei pressi di Lucerna. Padre di due figli (la prima ventiseienne regolarmente vaccinata e il secondo sedicenne non vaccinato) da anni partecipa regolarmente a seminari in patria ed all’estero diventando un’esponente di spicco del fronte contrario alle vaccinazioni.  Nel 2008 realizzò una statistica all’interno del proprio Studio, comparando i bambini vaccinati con quelli non vaccinati; i risultati furono evidenti. I bambini vaccinati soffrivano maggiormente di malattie infettive rispetto ai bambini non vaccinati. Negli ultimi anni ha anche riscontrato numerosi effetti collaterali delle vaccinazioni, dalle frequenti infezioni o allergie fino all’epilessia. Perciò oggi non intende più “iniettare una malattia” in nessun bambino." 

Come forse già sai, io non ho vaccinato i miei tre figli. La prima ha ora undici anni e mezzo per cui, per certi versi, ero una delle mosche bianche in questo a suo tempo. Serena, Felice e Fortunato sono tuttora sanissimi e pieni di energia e raramente si ammalano. Al bisogno intervengo con altri strumenti quali l’omeopatia, i fiori di Bach, il Theta Healing  risolvendo in poco tempo il disagio.

Mi sento perfettamente in linea e soddisfatta della scelta fatta. Quotidianamente ho davanti i miei occhi la prova di questo: i miei figli pieni di energia e salute!  A me questo basta  e avvanza, rispetto a tante teorie scientifiche.

La mia attitudine è quella della prevenzione, quella di rinforzare e permettere al sistema immunitario di compiere il suo lavoro poichè credo fermamente che Madre Natura ci abbia donato un corpo con una sua propria intelligenza, dalle potenzialità incredibili.

Con questo non intendo dirti di evitare assolutamente le vaccinazioni, ma prima di farlo informati per favore.  Ascolta i pro e i contro a lungo termine, valuta, rifletti e decidi poi per il bene tuo e dei tuoi figli.

Comprendo che è una delle scelte più difficili per un genitore e ci vuole coraggio, consapevolezza e responsabilità ad andare contro corrente. E’ facile da parte dei medici fare pressione emotiva sulle giovani madri ed incutere timore, così senza la necessaria informazione e convinzione sulla scelta si segue la massa, si  cede,  per paura. 

D’altra parte, almeno in Ticino (CH), non c’è alcuna vaccinazione obbligatoria! Quindi questa "scusa" non vale.

I principali istigatori alle vaccinazioni sono, secondo me, la disinformazione e la paura!
Tutte noi mamme abbiamo una testa per pensare, per riflettere e una certa dose di buon senso per discernere, per compiere scelte consapevoli. Usiamola :-)


Queste sono tutte mie  considerazioni personali legate ad una serie di convinzioni da FeliceMenteMamma! :-)

Ribadisco che non sono contro le vaccinazioni ma sono per la salute  e mi impegno a coltivare  il mio  benessere fisico, mentale ed emotivo quotidianamente!

 

Ti saluto e  auguro un salutare autunno… all’insegna delle scelte consapevoli :-)))

A presto :-)

Nelly

PS. Qui trovi  alcuni libri su Vaccini e Bambini

 

 

COLLAGE DEI DESIDERI

Care FeliceMenteMamme

benvenute  per questo primo post del 2012!

Sicuramente di buoni propositi al primo gennaio ne sono stati fatti tanti… ma poi quanti realmente si mantengono?   Per cambiare le abitudini ci vuole impegno,  motivazione, autodisciplina….  e allora pochi, buoni e realistici obbiettivi! :-)  

Come fare?

A parte una lista scritta  degli ambiti cambiamenti esiste un altro strumento che aiuta a raggiungere questi obbiettivi: le immagini. L’inconscio si esprime ad immagini, le immagini parlano all’inconscio,  la nostra parte più importante e sconosciuta che giostra la nostra vita favorendo o impedendo i nostri propositi consci.

Un ‘anno fa ho partecipato al corso sul Bambino Interiore con Simone Focacci e Anna Bellini  dove abbiamo svolto un bel esercizio: il "Collage dei desideri", un lavoretto manuale dove si ritagliano e si incollano su un foglio le immagini che rappresentano i nostri desideri. Una cosa apparentemente molto semplice e pratica  ma il cui impatto è incredibile!

Questo Collage dei desideri 2011 l’ho appeso nel mio studio proprio di fronte a me. L’ho osservato regolarmente…. e con piacere mi sono resa conto un anno dopo che la maggior parte di questi desideri si sono realizzati!  Così lo scorso week-end con alcuni dei miei amici più cari ci siamo trovati con tanto di riviste, forbici, colla, fogli e tanta  voglia di assemblare il collage dei desideri 2012… ne sono uscite delle meraviglie.   Con una vena di stupore i miei figli guardavo questi adulti che giocavano come bambini, naturalmente anche loro hanno partecipato con entusiasmo :-) 

A parte il fatto che io prediligo le cose semplici ed efficaci, questo lavoretto manuale da "bambini dell’asilo"  ti fa dapprima pensare, chiarire, definire cosa vuoi, cosa desideri e ti piace veramente (e questa è la parte più difficile! … ho visto tantissime persone, io per prima qualche anno fa, che non sanno cosa vogliono, cosa le fa star bene, completamente persi nel caos mentale da troppi pensieri , tante paure,  poca concentrazione e nessuna chiarezza!) Questa attività creativa coinvolge immensamente la nostra parte bambina!   Quella parte che è gioco, magia, esplorazione,fantasia e  incanto!… che è dentro di noi.  

Care felicementemamme oltre che ai nostri figli abbiamo anche tanti altri bambini dentro di noi di cui prenderci cura!! :-)    Lo dico, non per scherzo, ma  proprio perchè ho percepito queste mie parti bambine; il guaio è che se non si da loro attenzione (come la gran parte degli adulti)  questi bambini interiori si spengono, diventano arrabbiati, gelosi, feriti, vulnerabili e sono fonte di disagio, di reazioni esasperate e relazioni difficili.

Questi bambini interiori sono la sede della gioia, della voglia di vivere che è dentro di noi per cui è estremamente importante averne cura!... Magari ritagliandosi dei piccoli spazi per giocare spassionatamente come bambini, in fondo basterebbe farlo con attenzione e concentrazione per quache decina di minuti quando giochiamo con i nostri figli in carne ed ossa :-)) Prendersi questi spazi personali, ritagliarsi regolarmente del tempo per dare attenzione a se stesse  è di vitale importanza.

Il risultato di questa abitudine e consapevolezza? 

"Diventare genitori di se stessi"   che è un processo che dona grande equilibrio e pace. Porta al divenire autoreferenti, aver fiducia in se stesse e sopratutto  si manifesta poi  in  relazioni armoniose, alla pari senza intessere inconsci vincoli di dipendenza, tanto frustranti. Diventa un relazionarsi con il prossimo dove lo scambio energetico è equilibrato, curativo, stimolante, arricchente da ambo le parti  ( astrologicamente parlando l’ambizione massima della mia luna in bilancia.. :-)))) )  Quando si sta bene con se stessi, si sta bene anche con il prossimo.

Il nocciolo di tutto questo discorso è secondo me qualcosa apparentemente semplice ma al lato  pratico per nulla scontato:  "Amare te stessa" … in tutte le tue sfumature, nella tua multidimensionalità.     Mi dirai "una vita non basta!" – forse…ma intanto proviamoci!!!  poichè  ognuno è responsabile della propria felicità interiore!  Una felicementemamma di questo ne è consapevole :-)

Da anni mi metto in discussione, cerco di capire le mie varie parti,  smusso di qua e di la, cambio, sperimento per migliorare, per amare me stessa. Un po’ di strada l’ho fatta e sono grata dei risultati che ho ottenuto. La vita è così dinamica che per navigarla bisogna proprio liberarsi dalle zavorre, fisiche, mentali, spirituali che ci rallentano. Ora più che mai! Innegabilmente questa Nuova Era si sente  e il richiamo a fluire in essa e con essa è grande. Alle volte una situazione si ridimensiona e risolve  semplicemente accettandola anzichè combattendola, in altre la determinazione e l’autodisciplina unità alla flessibilità sono le chiavi per farci strada ed essere riconosciute.   Fiducia e adattamento alimentano l’avvanzare nella vita,  piccoli o grandi  passi che siano… ecc…

Ogni essere umano in questo percorso può fare la differenza per se stesso e per l’umanità.  Una donna-mamma felice in più diventa un catalizzatore nel proprio entourage. Come ho già scritto tante volte e sperimto "se una mamma è felice dentro, lo è fuori e  lo sono anche i figli, i compagni, e chi le sta attorno!"

E’ tempo più che mai di sciogliere ogni senso di colpa e sentirci degne di essere donne  felici e goderci la vita a 360 gradi. Il che significa per me: "Fare con gioia anche le cose che dobbiamo fare!"

Leonardo e Viviana di Ifeelgood.it hanno ideato un  Mantra Grafico con il Poster Pensiero Positivo molto carino  ….e va benissimo per completare il tuo collage dei desideri ritagliando e incollando le parole assieme alle immagini del Collage dei desideri 2012, 2013, 2014, … :-))

Buon divertimento!

IDEE SOTTO L’ALBERO

 

Care FeliceMenteMamme,

mi risuona nelle orecchie il detto della mia cara nonna "Il tempo passa e i figli crescono"… effettivamente nessuno come i tuoi figli ti ricordano degli anni che passano… quando guardi alla loro età e poi di riflesso alla tua!

Trovo che ogni momento, ogni fase, dal neonato, al bebe che inizia a gattonare, poi a camminare al bimbo che inizia l’asilo, al ragazzo che va alle scuole elementari, alla figlia che ha iniziato la scuola media…e… e una dozzina d’anni è trascorsa!! Mille esperienze, belle, brutte, stimolanti, avvilenti, divertenti, da brivido,  memorabili o , ….. tutte di grande spontaneità ed intensità. Un collage infinito che apre e rimane nel cuore.  

Il modo e il tempo di rapportarsi ai propri figli cambia. Il full time fra pappe, pannolini, bagnetto, passeggiata lascia il posto ad altre necessità, dall’accompagnargli a scuola o alle attività extrascolastiche, al dargli una mano con i compiti ed ascoltare le loro delusioni con i compagni, ecc…  Sono una mamma "del segno dell’ariete" per cui l’approccio che ho con i miei figli è quello del "muoversi e fare da soli possibilmente" :-))   Quindi  camminare….(proprio in senso letterale per andare a scuola, (meno male che il contesto del piccolo borgo in cui vivo me lo permette)  e camminare con le proprie gambe … nel senso di arrangiarsi e diventare responsabili e indipendenti nelle piccole cose, e poi man mano in quelle più  grandi.  (Non sono solo terribilmente ariete, ho anche un lato molto "bilancino", astrologicamente parlando, accondiscendente e di ascolto :-))  

Una delle cose che sento di più è proprio quella d’insegnare loro tutto quel che so per renderli autonomi a tutti i livelli e cavarsela nelle varie situazioni della vita, soprattutto quelle difficili. Cose anche molto pratiche, per cominciare. Quindi una certa libertà, un giusto distacco emotivo (senza ansie assurde e iperprotezionismo), unito ad una sana e coerente disciplina e autorevolezza.        

Posso suggerirti al riguardo i libri di Paolo Crepet

Idee sotto l’albero per i genitori

L'Autorità Perduta

L’Autorità Perduta
Il coraggio che i figli ci chiedono
Paolo Crepet

 Acquistabile su il Giardino dei Libri

I Figli Non Crescono Più

I Figli Non Crescono Più        

Paolo Crepet

 Acquistabile su il Giardino dei Libri

La Gioia di Educare

La Gioia di Educare
Non siamo capaci di ascoltarli­ – Voi, noi­ – I figli non crescono più
Paolo Crepet

Acquistabile su il Giardino dei Libri

 

 

Idee sotto l’albero per se stesse

 Guide

Guide
Insegnamenti degli angeli per la nuova era
Simone Focacci

Compralo su il Giardino dei Libri

 Le Carte di Madre Terra

 

Le Carte di Madre Terra
Conoscere e applicare i messaggi dell’universo
Renata D’Amico

Compralo su il Giardino dei Libri

 

Heart Chakra Meditation Vol. 2 - Coming Home

 

Heart Chakra Meditation Vol. 2 – Coming Home

Karunesh

Compralo su il Giardino dei Libri

 Il primo è il libro che raccoglie i messaggi canalizzati da Simone Focacci, terapeuta facilitatore Voice Dialogue e channeler negli ultimi due anni durante gli incontri della Membership Dicembre 2012 della quale faccio parte fin dagli inizi. (Tra l’altro ha da poco riaperto le porte ai nuovi iscritti, per cui se ami queste "interazioni extradimensionali" quale strumento evolutivo dagli un’occhiata: www.simonefocacci.com/dicembre2012/  :-))       

Quindi oltre che conoscere personalmente e aver lavorato con Simone e Anna dellAssociazione Radici e Ali in diverse occasioni, ho avuto il piacere di partecipare in diretta a tutti questi incontri!  Una vera e propria rivoluzione-evoluzione per me e la mia anima!! :-) 

Il secondo è un mazzo di Carte sugli insegnamenti di Madre Terra di Renata D’Amico, scrittice e consulente olistiche nonchè cara amica e co-assistente in Play Tarot Play Life.

Il Terzo è il cd della Meditazione del cuore di Osho… una delle mie preferite :-)  Amo particolarmente il movimento, la danza come forma di meditazione.

 

Come piccolo pensiero, in collaborazione con Il Giardino dei Libri, ti offro questo buono sconto da dedurre dai tuoi acquisti  se queste "idee sotto l’albero" ti piacciono :-)

 

AUGURI DI BUONE FESTE !

….. e fintanto che abbiamo la fortuna di goderci l’emozione di addobbare l’albero di Natale, di attendere trepidanti l’arrivo di "Gesù Bambino" dalle mie parti o "Babbo Natale" e spacchettare i regali assieme a loro, sentire il calore delle persone care vicino …. facciamolo con tantissima gratitudine perchè è davvero un grosso privilegio! 

A presto!

Nelly

 

AUGURI FELICEMENTEMAMMA!

da Il Re Leone – Il cerchio della vita 

uno stralcio che amo particolarmente e che condivido con te

per farti gli AUGURI volutamente oggi (in ritardo)

e per tutti i restanti 364 giorni dell’anno!

Buona visione :-)

BEN RITROVATE!

 

Buongiorno a tutte care FeliceMenteMamme!

rieccomi dopo diverse settimane… le vacanze sono state intense :-)

A luglio sono stata in Toscana per il seminario esperienziale Play Life Play Tarot con Prembodhi, dove ho conosciuto e lavorato con persone meravigliose in un p.o.s.t.o. incantevole .  Ad agosto mi sono "ritirata" sui miei amati monti con la famiglia e a fine mese ho partecipato allaRiequilibratura Energetica Famigliare  che ho organizzato con Simone Focacci e Anna Bellini dell’Associazione Radici e Ali: altra esperienza di gruppo indimenticabile! Provo infinita  gratitudine per tutto questo e il mio cuore è pieno di bei ricordi.

Settembre è un mese di ritorno alle routine scolastiche, orari da rispettare, attività dei figli da seguire, impegni vari… insomma ci vogliono alcune settimane per ingranare con  questi ritmi!  …. sono a buon punto  così posterò sul blog un po’ più spesso. :-))

Settembre è anche   cambiamento,  rinnovata ripresa,  poichè come dicevano le nonne "il tempo passa e i figli crescono!"… e le mamme "invecchiano" cioè maturano diventando sagge! :-)))   Dal lato più pratico i figli sono più indipendenti (almeno dovrebbero :-)) e noi teoricamente abbiamo più tempo da dedicare a noi stesse. Amo dire che a settembre iniziano le "vacanze" per le mamme full-time con figli in età scolastica, naturalmente. 

Quest’anno anche Fortunato, il terzogenito, ha iniziato la scuola dell’infanzia, l’asilo! Un piccolo grande ometto di 3 anni (sulla carta). Serena ora ha dieci anni e frequenta la quinta elementare, una ragazza che fra poco entrerà nell’addolescenza (…), mentre Felice,  7 anni è in seconda.   Lo scandire del tempo è evidente con i figli :-))

Il primo giorno di asilo è un grande momento di transizione. Per le mamme una lezione di distacco, di lasciar andare, di scoccare la freccia, come dice Gibran Kahlil ne "I vostri figli"  .

Volutamente sottolineo che la difficoltà maggiore spesso proviene dalla madre che non è pronta a "tagliare il cordone ombelicale emotivo" , è ancora visceralmente attaccata al proprio figlio, specialmente se è il primogenito e pure maschio!

Non è facile staccarsi e consapevolemente lasciar andare il proprio figlio, l’ansia del nuovo, la malinconia,il riorganizzarsi, l’avere tempo per sè!.. possono destabilizzare. Normale in lieve misura ma poi bisogna andare oltre, poichè la vita prosegue.. si sa.   Altrimenti diventa pesante anche per il bambino che facendole da specchio riflette le paure e lo stato d’animo della mamma.

Il senso di abbandono lo conoscono tutti, chi più, chi meno, inconsciamente o di fatto. La soluzione stà, secondo la mia esperienza, nella FIDUCIA.. Fiducia in se stesse, fiducia nel proprio valore come mamma e donna. Fiducia che è il frutto di un lavoro su di sè, indubbiamente. Fiducia che il figlio percepisce e quindi esprime lui stesso. 

E’ realisticamente impossibile tenere "sotto vetro" il proprio figlio impedendogli di allontanarsi dal "nido" e sperimentare quanto c’è oltre. Il proteggere e servire a dismisura i figli, preparandogli sempre la pappa pronta, cioè i vestiti, le borse, i compiti, la cartella, accompagnarlo in auto fino sulla porta dell’aula fino a 15 anni, ecc. è controproducente poichè porta inevitabilemente al lamentarsi e sentirsi frustate perchè il proprio ragazzo ha paura, non sa arrangiarsi, è timido, insicuro, con la scusa che "anch’io ero così da piccola", ecc..    Ma lo è lui o lo sei tu, onestamente? 

A tutti può capitare, ma è bene riflettere su quanto  il troppo "mammismo" può inibire la capacità del proprio figlio di camminare con le proprie gambe nella vita.  D’altro canto anche l’opposto, il totale menefregismo, è altamente lesivo. L’equilibrio è nel mezzo, in una giusta e coerente cura ed attenzione.

So benissimo che come genitore si cerca, in buona fede, di dare e offrire il meglio in base alle proprie capacità e bagaglio di vita. So anche che è una grande sfida questo  "mestiere". Si sbaglia per imparare, per rimettersi in gioco, migliorare, lo sperimento da oltre dieci anni ormai…

Riconoscere che si può migliorare e cambiare se stesse in ogni momento imparando dai propri figli è un grande atto di Amore nei nostri e loro confronti. Il mio intento  è quello di  condividere amorevolemente la mia esperienza per renderli autonomi ed indipendenti, pronti a vivere la loro vita ovunque, di nutrire le loro radici, vedremo….

La via delle  FeliceMenteMamme e dei loro figli  è quella dell’essere l’arco e la freccia.

Se non l’avessi ancora letta ti consiglio questa meravigliosa poesia:"I vostri figli" di Gibran Kahlil.

Per concludere segnalo "Alla ricerca del Drago" con Prembodhi M. Montano, uno splendido seminario esperienziale per accrescere la propria conoscenza e consapevolezza della direzione di vita, ossia cosa dobbiamo imparare ed integrare in questa esistenza per la nostra evoluzione.

A presto!

Nelly

 

Quando l'Amore Chiama Seguilo

 

 

Quando l’Amore Chiama Seguilo
Nuova edizione
Kahlil Gibran

Compralo su il Giardino dei Libri
 

Il Profeta

 

 

Il Profeta
La nuova versione di un classico
Kahlil Gibran

Compralo su il Giardino dei Libri
 

DOULE E FAMIGLIE DIURNE

 

Benritrovate!

è davvero tanto che non scrivo più in questo spazio, mi tocca rimediare!

Sto’ vivendo un periodo intenso su molti fronti, in particolare quello lavorativo che devo conciliare con gli impegni famigliari, lo studio , … per cui mi sto’ riorganizzando…:-) per così dire.

Ma non mi sono dimenticata delle felicementemamme! 

Una delle cose che  mi ha spiazzato e lasciato in balia dei venti quando è nata la mia prima figlia è stata la  mancanza vicino a me di esempi pratici e concreti sul come prendersi cura del neonato, su come affrontare il grosso cambiamento e riorganizzarsi la vita quotidiana.

Avevo seguito il corso pre-parto, mi ero letta pigne di articoli, libri su come crescere e prendersi cura di un figlio, ma quando mi sono trovata davanti Serena, un esserino  di 2, 7 kg e 48 cm; questa "bambolina" in carne ed ossa  mi sembrava  tanto fragile (ripensadoci ero ben più fragile io emotivamente!) , mi sono sentita addosso  una responsabilità nei suoi confronti immensa, inimmaginabile.  La convinzione inconscia era  "Devo essere onnipresente ed in piena forma per allattarla, proteggerla, crescerla. Tutto dipende da me"… sigh il mio  perfezionismo e il senso del dovere sono stati i   macigni (mentali) che mi sono tirata addosso!! Difatti ho resistito tre mesi prima di essere soppraffatta :-(( .  Personalmente ho vissuto il  parto come un enorme sconvolgimento interiore- emozionale più che fisico.

La mia  recriminazione a suo tempo era "Altro che corsi teorici pre-parto, ci vogliono i corsi pratici  post-parto!!"  o qualcuno che ti segua praticamente, ed  emotivamente  ti sia di sostegno. Una mamma esperta a disposizione,…anche perchè dopo un parto dentro di te ti senti come un neonato che ha bisogno della sua mamma. A mia volta ero nelle condizioni di Serena. :-(

Ti ricordo che per me i bambini come tutto il loro mondo era per me sconosciuto. Nessun nipote, cuginetto piccolo, una mamma (la mia) molto poco materna. Fino ad allora avevo investito energie solo nel lavoro e nella coppia . I bambini erano inesistenti negli ambienti e nelle persone che frequentavo.  Il discorso sopra vale quindi per una neo mamma totalmente inesperta come lo ero io.

Navigando in rete ho scoperto la figura della Doula, testualmente ;colei che serve la donna;. Praticamente una mamma esperta a disposizione :-)).


Oggi la presenza di queste figure si è fatta più rara, ma non è venuta meno la necessità di aiuto, guida e rassicurazione alla donna che partorisce.

"In quasi tutte le culture, attraverso i secoli, durante il parto le donne sono state circondate e assistite da altre donne: non solo ostetriche, ma anche parenti, amiche o persone esperte di parto, in grado di assicurare conforto emotivo e sostegno.

La struttura ospedaliera, dove pure si trovano professionisti con grande esperienza nel trattare anche le necessità emotive e fisiche della partoriente, può giovarsi dell’aiuto e della collaborazione dell’educatrice prenatale, o doula, in tutte le fasi del travaglio e del parto, per assicurare alla partoriente un sostegno veramente costante e personalizzato.

Ma l’impegno della doula non si esaurisce nella collaborazione in ospedale. Essenziale è anche il sostegno che può dare ai neogenitori a casa quando per la prima volta si ritrovano a tu per tu con il proprio bimbo e rischiano di sentirsi abbandonati."

Tratto dal sitowww.doula.it

Ecco di cosa avrei avuto bisogno io dieci anni fa!  Sicuramente già esistevano, ma non ne ero a conoscenza :-(.  E allora care neo felicementemamme se vi doveste trovare nella mia stessa situazione, questa è un’ottima soluzione direi.   Una doula a me avrebbe risparmiato tanto disagio e sofferenza :-); anche se a posteriori non posso essere che grata per quanto mi ha insegnato tutto ciò.

La Doula è proprio la figura che supplisce al marcato ‘indivuidualismo , alla chiusura, alla mancanza di condivisione dei e nei  nuclei famigliari, situazione piuttosto evidente nella società occidentale odierna. Che bello se  si ricreassero  famiglie allargate,  di maggior sostegno e collaborazione fra mamme, donne e figli di diverse generazioni senza legami di sangue, come un tempo.

Ti consiglio di dare un’occhiata pure a www.mondo-doula.it perchè se hai già queste attitudini materne  ben sviluppate in te e i figli sono più grandicelli esiste perfino una scuola per diventare una doula professionista ed assistere le future mamme. Potrebbe essere un modo per una donna per esprimere e nutrire  un istinto materno strabordante senza necessariamente vivere una propria gravidanza. La madre fisiologica è una, ma quella emotiva e di riferimento è colei che si prende preponderantemente cura del bambino, ….  e succede che  non sono la stessa persona!

Un altro favoloso aiuto e sostegno lo puoi trovare nelle mamme diurne. In Ticino esiste appunto l’Associazione Famiglie Diurne che si occupa di trovare una famiglia alla quale affidare il proprio bambino per alcune ore, o giorni alla settimana. Trovo che sia un’ottima idea e alternativa all’asilo nido, ideale per le mamme sole che lavorano e per chi non ha nonni disponibili. L’esperienza di un contesto protetto e diverso. Io ne ho appena trovata una e sono ben felice di affidare Fortunato qualche ora nelle mani di qualcuno che adora i bambini e sa come prendersene cura!  

Non nascondo che questa fiducia, questo non-attaccamento (morboso :-) ai miei figli è maturato negli anni di pari passo con la sicurezza in me stessa e la coerenza per i cambiamenti della e nella vita.

Riconoscere e saper dare spazio agli innumerevoli ruoli che una donna riveste nell’arco della vita (madre, moglie, amante, amica, studente, insegnante, terapeuta,…) senza identificarsi con uno soltanto (quello di madre…esempio a caso :-) ) trovo sia la chiave per la propria realizzazione e felicità e fluire nella vita.

A presto!

Nelly

PS. letture suggerite

 

Il Concetto del Continuum

 

Il Concetto del Continuum
Ritrovare il ben-essere perduto
Jean Liedloff

Compralo su il Giardino dei Libri

Il Senso di Appartenenza

 

Il Senso di Appartenenza
Alla ricerca delle proprie radici: un viaggio essenziale per una vita più intensa e consapevole
Willi Maurer

Compralo su il Giardino dei Libri

La Prima Ferita

 

 

La Prima Ferita
L’influenza dell’imprinting sul nostro comportamento. Un percorso di guarigione.
Willi Maurer

Compralo su il Giardino dei Libri